|  Pescoluse  | Torre Pali 

 


La cappella di Sant’Anna

 

La cappelluccia si trova nell’omonima contrada a breve distanza dall’abitato ed a poche centinaia di metri dalla strada che congiunge il paese alla marina di Pescoluse.


Si caratterizza per le semplici linee architettoniche tipiche delle costruzioni rurali.

La facciata, priva di portale e con due finestre è sormontata da un piccolo campanile a vela. L'ingresso è ubicato lungo la parete destra.


All'interno si può ammirare un interessante affresco raffigurante Sant'Anna, risalente al 1600.
(Foto Roberto Negro)

Anticamente quando le famiglie dei contadini si recavano nelle campagne della contrada per i lavori agricoli e la raccolta dei frutti, ai bambini veniva insegnato di ripetere, ogni qualvolta si passava davanti alla cappella, i seguenti versi:

Sant’Anna, mia Sant’Anna, de Maria tu sì la mamma, del bambino sì la nonna e de nùi la bisnonna”.

 

La mattina del 26 luglio di ogni anno, come da tradizione, i fedeli devoti si ritrovano per la celebrazione della Santa Messa dedicata a Sant’Anna.


 

La cappella del SS. Crocifisso in località "Serrazza"

 

La Cappella fu costruita nel 1593 da don Ferrante Delli Falconi; successivamente ogni anno, nel mese di settembre, veniva celebrata una piccola festicciola ed era presente sull’altare, oltre alla figura di Sant'Antonio (posto in alto a sinistra) un grazioso dipinto del Crocifisso, oggi purtroppo poco visibile.

Stilisticamente la Cappella si caratterizza per le sue linee architettoniche sobrie, tipiche degli edifici religiosi rurali. La facciata presenta un unico portale inquadrato tra due lesene liscie e sormontato da una semplice trabeazione. Al di sopra è posto un piccolo campanile a vela, privo di campana. Attualmente la cappella, in buone condizioni statiche all’esterno, si presenta del tutto spoglia al suo interno.

Il luogo dove sorge la cappella è storicamente molto importante in quanto anticamente in quel luogo era presente un tempio pagano; bisogna considerare infatti che ci troviamo a poca distanza dal villaggio arcaico dei Fani e di quello di Spigolizzi, cioè nel territorio dove secondo la leggenda sorgeva la mitica città di "Cassandra".

    

L'esterno della Cappella del S.S. Crocifisso

(Foto Roberto Negro)

L'affresco che raffigura Sant'Antonio 

(Foto Roberto Negro)

  


 

La chiesetta "de Santu Lasi"  

 

La chiesetta, restaurata nella metà degli anni ‘80, si trova lungo la strada che conduce al Posto Vecchio, nei pressi del luogo dove esisteva l’antico villaggio messapico che venne poi chiamato Casale San Biagio (a causa della vicinanza con questa  chiesetta, in quanto se ne ignora il vero nome).  

 E’ una chiesa dalle origini molto antiche che, crollata nel XVII secolo, venne riedificata nel 1716 ed a cui, l’anno seguente, venne donata la statua raffigurante il Beato Blasio. (Foto Roberto Negro)

Sulla porta d’ingresso è scolpito uno stemma del Comune di Salve risalente al  1717.

Il 3 febbraio si svolge la festa dedicata a San Biagio che prevede una serie di funzioni religiose, quali la processione e la messa; prosegue con il concerto bandistico e lo spettacolo pirotecnico.

Si svolge nella piazzetta antistante la cappella, abbellita da luminarie.

   

     

 

 


        

La cappella di San Leonardo a Pescoluse

  

La vecchia cappella di San Leonardo fu eretta in località "Monti Caborri" sulla collina sopra Pescoluse nel 1675 quando arciprete di Salve era don Giuseppe Valentini. 

 

La cappella più recente si trova nell’abitato della marina di Pescoluse.

Ha una facciata dalle semplici linee architettoniche che presenta un unico portale architravato e sormontato da una piccola finestra. Al di sopra è posto un elegante campanile a vela privo di campana.
Al suo interno ospita un grazioso altare in carparo ed un affresco con l’immagine del Santo.

 

Per diversi anni ogni domenica pomeriggio, durante la stagione estiva prima della costruzione della nuova Chiesa di Pescoluse, nel piazzale antistante la cappella, veniva celebrata la Santa Messa.

 

Nell'immagine a lato: l'altare in pietra leccese 

(Foto Roberto Negro)

  


 

La cappella della Madonna di Loreto 

(Madonna delle Fogge)

 

Costruita nello spiazzo delle Fogge nel 1677 da un ramo della famiglia De Notaris fu, in seguito,  restaurata da parte della famiglia Mauro.

La facciata, con un unico portale, oggi trasformato in finestra, termina con un coronamento a frontone trapezoidale. Lungo il lato est, dove è posto l'ingresso, si succedono tre contrafforti.
Nel complesso rispecchia la semplicità e sobrietà delle linee architettoniche proprie dell'architettura rurale.
(Foto Roberto Negro)

Si trova al centro del nuovo svincolo tra la strada che porta alla marina di Pescoluse e la statale 274.

Dal 31 agosto ospita ogni anno le celebrazioni in onore della Madonna con la tradizionale “novena” e la festa religiosa che viene celebrata l’8 settembre.

 


 

La chiesetta dei Santi Cosma e Damiano  

Centro Storico di Salve

 

Fondata nel 1617 da Innocenzo Valentini si trova nel centro storico, in vico San Cosimo.

 

La semplice facciata presenta un unico portale con cornice aggettante, sormontato da una finestra rettangolare. Sulla sommità è posto il campanile a vela.


L'interno si presenta ad aula unica e con volta a stella.
La chiesetta, da poco restaurata, ospita le statue dei due Santi ed un tela ad olio sull’altare. (Foto Roberto Negro)

La festa dedicata ai Santi viene celebrata il 27 settembre con la processione e la messa; si prosegue con la Fiera, il concerto bandistico e lo spettacolo pirotecnico.

 


La cappella "de li Spiriti Santi"

Venne costruita nel 1575 in località Terlonghe da Silvestro ed Aloisio Stasi. Da quel momento  in poi, le campagne circostanti vennero denominate col termine “Spiriti Santi”.

 

(Foto Roberto Negro)

 

Costruita con pietre a secco e con la volta a botte, questa piccolissima cappella conteneva al suo interno, in una piccola nicchia che fungeva da altare, un’immagine raffigurante lo Spirito Santo. Oggi la cappelluccia, utilizzata purtroppo come deposito di attrezzi agricoli e cianfrusaglie varie, presenta all’esterno, sulla parete di fronte alla strada, una nicchietta in cui è presente una immagine della SS. Trinità realizzata molti anni fa dal Prof. Vito Russo.

 


La nicchia dello Spirito Santo

 

Si trova di fronte al Campo Sportivo di Salve sulla strada che conduce a Ruggiano.

 

Questa nicchia, meta continua di tanti devoti, è stata restaurata nel 1990.

 

Sulla parete vi è un dipinto raffigurante la SS. Trinità.  (Foto Roberto Negro)


La cappella della Madonna del Carmine

Centro Storico di Salve

 

Costruita nel XVII secolo da un ramo della famiglia Alemanno, si trova nel centro storico, in via Sette.

E' stata restaurata nella prima metà del secolo scorso ed all’interno, sull’altare, si conserva un grande dipinto ad olio.

La S. Messa viene celebrata il 16 luglio.

Nell'immagine a lato: particolare del dipinto ad olio

  (Foto Roberto Negro)


   

La Chiesa di S. Antonio

 

Si trova in via S. Maria ed è stata costruita circa quarant’anni fa, ampliando la vecchia cappella di S. Maria, risalente al XVI secolo.

  

La facciata, sobria ed elegante, presenta un unico portale di ingresso con pilastri e arco a tutto sesto in bugnato.

Al di sopra di esso si apre un piccolo rosone sormontato da una croce in pietra addossata alla muratura. 

Il coronamento è a doppio spiovente con raffinata dentellatura. Sulla sommità sono poste tre statue, di cui quella centrale raffigurante la Madonna.
Presenta un 'originale impianto a croce rovesciata.

 

All'interno si possono ammirare affreschi della seconda metà del '500 raffiguranti l'Annunciazione ed il Giudizio Universale 

(Foto Roberto Negro).

 

Sono ospitate inoltre le statue di S.Antonio e di S.Luigi che vengono festeggiati rispettivamente il 13 ed il 21 giugno.

 


 

Santuario di S. Teresa del Bambino Gesù

 

Situato vicino al cimitero, è stato edificato nella prima metà del novecento, restaurando la vecchia Cappella di S.Francesco nel Convento dei Cappuccini per iniziativa di don Francesco de Filippis. 

 

Successivamente, nel 1936, ad opera di don Antonio De Lecce, fu ampliato e dedicato ai caduti della guerra d'Africa.

 

Alla fine degli anni '20 fu donata al Santuario, da parte della famiglia, una reliquia della Santa.

La statua della Santa, opera dello scultore leccese Manzo, fu posta in una nicchia in pietra leccese realizzata da Serafino Trani.

 

La festa religiosa e civile viene celebrata il 3 ottobre, mentre la domenica vicina  allla data del 17 maggio, anniversario della santificazione, viene celebrata la tradizionale messa della “Benedizione delle Rose”.

 

 

(Foto Roberto Negro)


 

La Madonna delle Gnizze

 

La cappella della Madonna delle Gnizze è ubicata ad ovest dell'abitato di Salve, nell'omonima contrada.

Il piccolo edificio risale alla fine del XVI secolo.

 
La leggenda narra che una grave epidemia colpì Salve intorno al 1540 e
numerose furono le vittime causate dal morbo.

Ma un giorno la Madonna apparve in località Gnizze ad un contadino, Suo devoto, intento a lavorare i campi. Chiese all’uomo di scavare tra le siepi e di  cercare una Sua immagine promettendo di salvare il paese dalla terribile malattia. Il contadino si rallegrò trovando tra i rovi  una immagine della Madonna sul marmo e si affrettò per ritornare in paese a raccontare l’accaduto. 

Giunto a Salve si accorse che tutti gli ammalati erano guariti e che già si gridava al miracolo.

 

In seguito al racconto del contadino poi, tutti si recarono alle Gnizze per venerare la Sacra immagine ritrovata nella grotta e ringraziare la Vergine per aver salvato il paese dall’epidemia.

 

Successivamente, nel 1616, venne costruita la chiesetta, fu dipinta sull’altare l’immagine della Beata Vergine Maria e furono incisi i versi “Non tibi sit grave dicere semper Ave” (Non ti sia faticoso dire sempre Ave).

 

La cappella, molto semplice, come nello stile delle chiese rurali, presenta una facciata a doppio spiovente con unico portale di ingresso sormontato da una monofora oggi murata.

All'interno è di particolare rilievo l'affresco raffigurante l'Annunciazione. (Foto Roberto Negro)

 


La cappella delle Anime Sante

Si trova all’interno del cimitero comunale, in fondo al viale principale.  

E’ stata costruita a spese del comune nello stesso periodo in cui, dal 1870 al 1885, venne realizzato il nostro Camposanto su quei terreni che appartenevano al giardino del Monastero dei Cappuccini.

In questa cappella, nel giorno della commemorazione dei defunti, viene esposto il SS. Sacramento. (Foto Roberto Negro)


La chiesa di Maris Stella e S. Antonio

Marina di Torre Pali

  

Costruita negli anni '60, quando arciprete di Salve era don Nicola Corciulo, è stata ampliata poco tempo fa.

Si trova a Torre Pali, lungo la litoranea Gallipoli – S. M. di Leuca.

 

La facciata presenta un unico portale con lunetta, sormontato da una bifora. Il coronamento è costituito da un frontone affiancato da due piccoli campanili a vela.
All'interno, dove presenta un impianto irregolare,
si trova un delizioso altare realizzato in pietra leccese.
(Foto Roberto Negro)

  

Il giorno di ferragosto di ogni anno si svolge un caratteristico rito religioso con le statue di S. Antonio e Maris Stella che vengono portate in processione sul mare a bordo delle imbarcazioni dei pescatori del luogo.

 


La Cappella della Madonna delle Grazie

 

La cappella, posta all'interno dell'abitato di Salve, si caratterizza per le semplici linee architettoniche e le sobrie decorazioni.


In facciata presenta un unico portale sormontato da un oculo; unico elemento decorativo è il motivo triangolare che segna la divisione tra il corpo della facciata e il frontone posto a coronamento .

 

Originariamente il paramento murario era costituito da conci a vista; attualmente l'esterno è stato ridipinto con pittura bianca e rossa.


La nuova chiesa di Pescoluse

La cerimonia di benedizione della posa della prima pietra della nuova Chiesa dedicata al Beato Papa Giovanni XXIII, si è svolta il 7 aprile 2001 .

Il prospetto della Chiesa "Beato Papa Giovanni XXIII" - Disegno di Vito Russo

La Chiesa, inaugurata nel 2004, è stata finanziata per due terzi dai fondi provenienti dal "8 per mille alla Chiesa Cattolica" e per un terzo dalla sottoscrizione diretta della comunità salvese.  

 


Sito della Comunità Salvese

Copyright © 2000-2015

Salve


| Info SalveWeb.it  |  Le Pajare  |  La Pizzica  | Torre Pali  |  Pescoluse  |  Vacanze Marine di Salve  |  Pallavolo  |  Pirati e Torri Costiere  |  Organo Olgiati |

Posta  |  Notizie Locali  |  Lido Marini  |  Vacanza Salento  |  Hotel Torre Pali  |  Alberghi Pescoluse  |  Masserie Salento  |  Ruggiano  |  Affitti  |  Vacanze Salento  |